mercoledì 21 marzo 2012

L'ULTIMO CANTASTORIE

" I mandorli ...sono così pieni di fiori che io e mia moglie siamo saliti a mettere la testa dentro la chioma profumata dell'albero più basso...".
"....E' già la seconda mattina che con  Gianni arrivo alla piazzetta e siedo sui gradini della cattedrale. Stiamo aspettando le prime rondini che hanno il nido sotto il cornizione del campanile, L'aria é calda e i mandorli in fiore fanno luce anche di notte..."
"....Tira vento molto forte e cadono i fiori dei mandorli. Cerchiamo di prenderli al volo tenendo gli ombrelli rovesciati. Un petalo mi si é appicciccato sulla fronte. L'ho tenuto lì..."
..."Cade la neve. Fiocchi radi...Sono stato con l'ombrello a riparare il pesco che è stato piantato da un mese..."

Caro Tonino
te ne sei andato proprio nel primo giorno di questa nuova primavera,
ma a noi hai lasciato il tuo animo fanciullo che sapeva vedere il bello nelle piccole cose,
che hai saputo amare incondizionatamente la totalità delle cose create, perchè dicevi che tutte avevano uguali diritti....perchè dicevi ..
"...Vivere è un respiro che sta chiuso anche in una foglia...Bisogna capire la sofferenza di un fiore
e il messaggio di amicizia che ci arriva da un odore..."
Sei stato un Grande che sapeva provare compassione anche per una vecchia panchina abbandonata, arrugginita, con chiazze di muschio.
Questo tuo libretto che mi è stato regalato da un caro amico
mi é stato prezioso per conoscere la tua umanità, semplicità ed umiltà, qualità che ti derivavano dal tuo animo fanciullo.
Non ti dimenticherò, nè ti dimenticheremo mai.



14 commenti:

  1. è una poesia molto bella, per un indimenticabile ricordo

    RispondiElimina
  2. Ti sono grata Bruna, per questo tuo commovente post, in ricordo di un grande poeta della mia terra.

    RispondiElimina
  3. Sapevo che ti piaceva, mentre io non l'ho mai letto...ciao, Arianna!

    RispondiElimina
  4. Sempre grata ai "grandi"!

    Bacioni

    RispondiElimina
  5. Questo suo libro soavemente poetico, è l’immagine quasi parlante di Tonino Guerra. Un artista che trovava la bellezza non solo nelle piccole cose, non solo nelle immagini, ma soprattutto nelle parole. Ci ha lasciato un arcobaleno di voci e di disegni, di colori mescolati dal tratto del fanciullo che era in lui, Difficile descriverlo se non lo si conosce, ma basta quello che ci ha lasciato per un ricordo infinito. Mi par di sentirlo:” Ragazzi, il tempo passa anche per me. Sono come un filo d’erba che vive finchè c’è la pioggia, ma ora la pioggia non c’è più.” Ciao Sig. Maestro. yuk.

    RispondiElimina
  6. Mi unisco ai tuoi pensieri per lui.

    RispondiElimina
  7. un pensiero dolcissimo per il grande poeta delle piccole cose,ti abbraccio

    RispondiElimina
  8. Quando muore un Poeta va via una pare di noi, la più bella, ma restano le frasi scritte e conservate per non dimenticare.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  9. Se n'è andato anche lui. Che belle tracce ci lascia!

    RispondiElimina
  10. Già solo la sceneggiatura di "Amarcord" mette in evidenza il suo genio poetico.

    RispondiElimina
  11. In questi ultimi anni ho sognato spesso di recarmi a Santarcangelo e incontrare (sognare si può)Tonino Guerra,grande sceneggiatore,grandissimo poeta,stupendo disegnatore di farfalle,grande uomo.
    E mi è piaciuto tantissimo,nessuno me ne voglia, anche il suo inno all'ottimismo.
    Quando si è bravi,si è bravi sempre.
    Grande uomo,mancherà.

    RispondiElimina
  12. Parole che commuovono,parole che danno il segno della grandezza di questo poeta,così dolce e rasserenante,a sentirlo parlare:ti sembrava di entrare in una diversa domensione,la vita ti sembrava più leggera,vista attraverso i suoi racconti semplici e quasi quotidiani.
    Grazie Diana per questo ricordo.

    RispondiElimina
  13. Mi dispiace molto non potere rispondere esaurientemente ai vostri graditi commenti, ma vi prometto che lo farò al più presto.
    Grazie
    FER..i ricordi non si cancellano soptattutto se hanno la dolcezza di quelli di Tonino.
    KRILU'..spero tu stia un po' meglio
    Arianna, se lo leggerai te ne innamorerai
    Gianna, grazie per la tua sempre presenza
    YUK il tuo bellissimo commento fa comprendere quanto anche tu ami questo grande che tu hai fatto conoscere anche a me con questo libriccino
    Grazie Zione..un bacio
    GABE, si proprio il poeta delle piccole cose come dici tu
    RIRI..e sono parole che rimangono indelebilmente nel cuore
    SANDRA, quando se ne va un Grande come Tonino Guerra, lascia tutti un po' più soli
    ADIANO, si, anche le sue scenografie che dimostravano la sua fantasia, la sua poesia e la sua grandezza.
    COSTANTINO se consideriamo che Tonino alla sua età ancora diceva che la vita è bella e che l'ottimismo è il sale della vita, già questo ci faceva comprendere la sua grandezza.
    E che dire delle sue fontane???
    Se hai voglia d'andare qua al 23 settembre 2010 troverai un post da me intitolato TONINO GUERRA L'ULTIMO CANTASTORIE...che penso ti piacerà.
    CHICCHINA..non passa giorno che io non legga qualchepagina di questo piccolo libro che mi è stato regalato da yuk, e ogni volta trovo qualcosa che sa rendermi serena che sa insegnarmi quanto puo' essere bella la vita se sappiamo vedere il lato bello.
    A presto a te e agli amici
    Un abbraccio a tutti
    Bruna

    RispondiElimina
  14. non lo conoscevo, ma questa sua poesia mi è piaciuta e molto incuriosita, grazie!

    RispondiElimina